geotermia
/graphics/01nibe.jpg
Pompa di calore geotermica
Pompa di calore aria/acqua
La parola "GEOTERMIA" significa letteralmente "calore dalla terra" e in effetti il sottosuolo è una fonte di energia inesauribile che aspetta solo di essere utilizzata. Con l'aiuto di una pompa di calore geotermica, è possibile raccogliere l'energia termica immagazzinata nel terreno e sfruttarla per riscaldare l'abitazione. Il calore inizia ad accumularsi sottoterra dai primi giorni della primavera fino ad estate inoltrata, quando i raggi di mezzogiorno penetrano in profondità nel sottosuolo. Quando in autunno iniziano a cadere le foglie, il calore che si è accumulato è sufficiente a scaldare la casa per tutto l'inverno. Una pompa di calore sfrutta questo calore naturale, per cui, anche con un'estate umida e fredda, riesce comunque a fornire energia sufficiente per mantenere una temperatura interna gradevole. Se la casa diventa troppo calda, è possibile utilizzare lo stesso sistema per il raffrescamento.

RISPARMI: Installando una pompa di calore geotermica NIBE, è possibile ridurre il consumo energetico anche dell'80%. La ragione è data dal fatto che, come principale fonte di energia, una pompa di calore geotermica usa la terra, il suolo superficiale o uno specchio d'acqua circostante e tutti questi tipi di energia sono gratuiti. Il costo di una pompa di calore non si ammortizza in pochi giorni, ma già dal primo mese noterete i vantaggi finanziari, con una  bolletta del riscaldamento più bassa. Inoltre, l'efficienza dell'ultima generazione di pompe di calore geotermiche NIBE (che si contraddistinguono per un range operativo particolarmente elevato) ha un impatto positivo sulla rapidità di ritorno dell'investimento.

Ridurre le emissioni di anidride carbonica:
La seconda ragione per scegliere una pompa di calore geotermica NIBE è la sua estrema eco-compatibilità. Immagazzinando e convertendo semplicemente l'energia solare presente sottoterra per riscaldare l'abitazione e produrre acqua calda, una pompa di calore geotermica consente di ridurre il tasso di emissioni di CO2 molto più di qualsiasi tradizionale sistema di riscaldamento basato su combustibili fossili.

Alcuni governi ed enti regionali offrono ai  proprietari di case  sussidi per passare dal riscaldamento a combustibile fossile a una fonte di energia più moderna e rinnovabile. Dato che oggi le pompe di calore geotermiche sono ufficialmente classificate come  energia rinnovabile, il momento per cambiare non potrebbe essere più propizio! 

Alcune considerazioni: Se, entro il 2016, nel milione circa di nuove case costruite in Europa venissero installate pompe di calore, si avrebbero ogni anno oltre 3.600.000 tonnellate in meno di emissioni di CO2. Fatti i debiti calcoli, ciò equivarrebbe quindi a eliminare dalla strada qualcosa come 1 milione di autovetture!

I due strati di vernice epossidica applicati sull'unità esterna garantiscono un aspetto estetico gradevole nel corso degli anni.
Come funzionano le pompe geotermiche?
La terra assorbe e immagazzina il calore del sole, anno dopo anno, dandoci una fonte costante di energia che si rinnova naturalmente. Ad appena pochi metri sottoterra vi è una temperatura media abbastanza costante che oscilla tra i 4 e i 12 °C. Questa energia intrappolata rappresenta una vasta riserva di calore di assa qualità che attende di essere sfruttata. La pompa di calore geotermica raccoglie il calore del sole immagazzinato sotto terra, utilizzando o dei collettori interrati a poca profondità o dei fori praticati a profondità maggiore. Il calore viene trasferito dal terreno alla pompa di calore utilizzando una miscela di acqua e soluzione antigelo eco-compatibile che circola in un percorso ad anello, assorbendo l'energia termica della terra e convogliandola alla pompa di calore.

Il refrigerante circola nella pompa di calore e consente di trattenere il calore della terra e di convertirlo in un calore di alta qualità da liberare all'interno della casa tramite un impianto di riscaldamento a pavimento o radiatori ad acqua, per finire nel serbatoio dell'acqua calda.
Grazie a un tubo riempito di un fluido termovettore, detto collettore, è possibile riportare in superficie l'energia immagazzinata in profondità, nella roccia, in fondo a un lago, o solo a un metro sotto l'erba del prato.
Il liquido circola nel collettore e viene riscaldato dal calore del sole immagazzinato nel suolo o nello specchio d'acqua.

Quando il liquido passa nella pompa di calore incontra un altro circuito chiuso che contiene un refrigerante in grado di passare allo stato gassoso a temperature molto basse. Un compressore comprime il refrigerante,aumentandone notevolmente la temperatura.
Tramite un condensatore,il calore viene quindi ceduto all'impianto di riscaldamento dell'abitazione. Nel frattempo, il refrigerante ritorna alla forma liquida, pronto per trasformarsi nuovamente in gas e raccogliere altro calore.

  QUAL È L'IMPATTO DI UNA POMPA DI CALORE GEOTERMICA NIBE SUL CONSUMO ENERGETICO DI UNA FAMIGLIA? Riduce il consumo energetico per il riscaldamento e l'acqua calda anche dell'80%! Grazie a una serie di innovazioni mirate a incentivare l'efficienza, come le pompe di circolazione a basso consumo energetico (classe A), un serbatoio per l'acqua calda con una coibentazione particolarmente efficace e grazie anche al design stesso del serbatoio, le pompe di calore geotermiche NIBE offrono un fattore di prestazioni stagionali (SPF, Seasonal Performance Factor) particolarmente elevato. Questo fattore rappresenta le prestazioni medie calcolate su un intero anno, prendendo in considerazione le mutevoli condizioni climatiche e il fabbisogno fluttuante di energia domestica. L'efficienza di una pompa di calore spesso è espressa come COP (coefficiente delle prestazioni), ovvero, come quantità di calore prodotto in rapporto alla quantità di elettricità richiesta per il suo funzionamento. Tuttavia, per dare un quadro completo dell'efficienza della nostra nuova generazione di pompe di calore, noi preferiamo usare il fattore SPF.  

ENERGIA A COSTO ZERO:
Che lo credite o no, potete sfruttare l'aria esterna, uno dei doni concessi gratuitamente dalla natura, sia per riscaldare che per raffrescare la vostra abitazione. Anche a temperature inferiori allo zero, l'aria ambiente contiene calore. E concentrando questo calore con una pompa di calore aria/acqua NIBE, potete sfruttarlo inmisura sufficiente per riscaldare i radiatori ad acqua della vostra abitazione o il riscaldamento a pavimento e l'acqua sanitaria.
 La stessa pompa di calorepuò essere impiegata anche come unità di condizionamento dell'aria per raffrescare l'abitazione durante i mesi estivi. Vi illustriamo le due ragioni più ovvie: la prima di carattere finanziario: una pompa di calore aria/acqua abbassa notevolmente i costi del riscaldamento e dell'acqua calda di una abitazione.
I costi possono essere abbattuti anche del 65% sebbene le percentuali esatte dipendano da vari fattori. La seconda ragione è la sua estrema eco-compatibitilà: sfruttando l'energia naturale presente nell'aria esterna, si ottiene un tasso di emissioni di CO2 molto inferiore rispetto a quello di qualsiasi tradizionale sistema di riscaldamento basato sul combustibile fossile.

COME OTTENERE CALORE DALL'ARIA FREDDA?
Il principio di funzionamento è simile a quello di un normale frigorifero e utilizza il ciclo di compressione del vapore.

TUTTO L'ANNO!
Nibe Split è studiato per assicurare prestazioni ottimali tutto  l'anno ed offre un intervallo di funzionamento ampio: è in grado di produrre acqua calda fino a 65°C e può continuare a funzionale correttamente anche con temperature esterne di -20°C

PER IL RAFFRESCAMENTO
La pompa di calore Nibe-Split si può impostare  per assicurare il raffrescamento nelle  giornate particolarmente torride in  funzione del fabbisogno dell'abitazione distribuendo una temperatura gradevole ed uniforme nei vari ambienti.

 

Questo sito utilizza cookies. Per saperne di più: Privacy policy

Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser